Pagina:Mazzini - Scritti editi e inediti, LXIX.djvu/31

Da Wikisource.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

introduzione xxiii

tete far firmare la Protesta da Garibaldi sarà bene assai.»1

Si conservano anche gli autografi, nel Museo del Risorgimento di Roma, del primo dei due articoli sulla Russia, e degli altri: Ai Membri del Comitato dirigente dell’Associazione Unitaria di Genova2 e La occupazione di Roma: e nello stesso Museo si conservano gli autografi degli articoli: Statuto per i Comitati di Provvedimento per Roma e Venezia, Statuto della Fratellanza Universale Artigiana di Italia, Dichiarazione per Roma e Venezia, A’ miei Amici, il primo sino ad ora inedito, il secondo dato a luce da A. Codignola,3 il terzo inserito da A. Saffi nei Cenni biografici e storici a proemio del testo del vol. XIII dell’ediz. degli S. E. I.,4 infine il quarto divulgato in foglio volante a due colonne, s. a. n. l. di stampa, con la data fittizia di «Berna, 25 luglio 1862» e controfirmato «per copia conforme» da Maurizio Quadrio.

  1. Lett. inedita. Il generale Garibaldi firmò la Protesta. Nell’Unità Italiana del 2 agosto 1861 si leggeva infatli. «Il generale Garibaldi ha firmato la Protesta contro l’occupazione francese di Roma, e fu uno dei primi. Nell’Italia centrale e nella Sicilia, quella Protesta è accolta con immenso favore. A Genova sono già raccolte numerosissime firme.»
  2. Questo indirizzo fa pure pubbl. a parte, come estratto dall’Unità Italiana: Ai Membri | del Comitato dirigente | dell’Associazione Unitaria | in Genova | Lettera di Giuseppe Mazzini Il Milano \ Tip. dell’Unità Italiana, diretta da G. Gaja \ 1862. — In 16° piccolo, di pp. 10. Sul frontispizio era avvertito: Questo scritto doveva esser letto all’Assemblea del 9 corrente [marzo] in Genova: ma la lettura non fu permessa, perché ’non era all’ordine del giorno,’ come osservò il signor Crispi. che teneva la presidenza.»
  3. Nel numero unico: X marzo a cura del Comitato Genovese per le onoranze a Giuseppe Mazzini nel cinquantesimo anniversario della sua morte; Genova, Tip. del Lavoro, 1922.
  4. pp. xxx-xxxiv.