Pagina:Melli - La Colonia Eritrea (1899).djvu/116

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 90 —

ancora appagare l’opera del colono, non è esclusa la speranza che, col progresso del tempo e del lavoro, anch’essi diano risultati proficui da compensare le spese e la fatica di coloro che vi si dedicarono1.

Complessivamente si può dire che i vari provvedimenti di amministrazione o di politica interna emanati sotto il governo di Baratieri, se anche prestarono il fianco a molte critiche non riuscirono in massima infecondi di bene: così che se i loro frutti non fossero poi stati compromessi dalle folli e temerarie ultime imprese contro l’Abissinia, l’Eritrea avrebbe potuto col tempo risentirne senza dubbio dei notevoli vantaggi.




  1. Negli ultimi tempi per iniziativa del Senatore Rossi si stabilì un’altra Colonia Agricola a Keren nei terreni già appartenenti alla Missione lazzarista francese.