Pagina:Memoriale di Paolo dello Mastro.djvu/21

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 13 —

fatto venire una Nave de’grano per la provisione soa, et era remaso in Casa un suo Cameriere, che lo aveva allevato picolino, lo quale se chiamaua Antoniello de’ Rocca priora, et era figliolo d’una soa matre da’ latte, e lo maledetto Aritoniello quanno vide adormito in su lo letto, e quello annò co’ un’arco, et appuntollilo nella Zina1, e passollo dalli Reni, e poi pigliao uno cortiello, e deoli molte ferite, e poi pigliò uno Zappiliello2, e dicoli in sù la testa, e poi se ne annò dove stava una cassa, e ruppe la ditta cassa, e pigliao quelli denari che volse et arienti, e portolli accasa della matre, e poi tornò credenno che lo Cardinale fosse morto, et annò a Carlo nepote3 dello Cardinale, e piagnienno disce, oimè che Mionsig.r è ammazzato, e quanno annaro alla Camera lo Cardinale era anco vivo4, ma non potea parlare, e gridanno lui insieme con Carlo, Signior mio, chitta muorto (?) lo Cardinale à zennò colle mani al lui5, e lui che era apoiato ad una fencstra disse a Carlo, vedi che dice, che sono entrati, et esiti per questa fenestra, e Carlo se la crese; e fatto che ebbe lo zenno lo Cardinale morì. Lo ditto Antoniello era un’omo, che niuna perzona non averia mai penzato che lui avesse fatto si fatto maleficio, ma perchè lui era stato in Casa a quello tiempo, se stimava che dovessi sapere chillo avesse fatto6, e per questa cascione fu preso, e Carlo coll’altri Parienti dello Cardinale scusandolo7, che non era possibile, che lui fosse stato, e lui dicendo sempre amazzatemi perchè io deti8 fare miglior guardia, e lo ditto Antoniello fu forte martoriato, e mai per martorio non confessò niente. Un die annò lo Soldano ello Vicecamerlengo alla presone, e con loseguie, con dirli che lo Papa perdonava9 à chi l’havesse fatto, li cacciaro de’ bocha, come era stato lui, e chiuto e come, et ogni còsa. Lo ditto Antoniello fu giustiziato in questa forma, che fu trascinato per infino a Casa dello ditto Cardinale, e lì trovò lo Carro10, e fu attenagliato per Roma, et in Campo di fiore

  1. Cod. Corsin.:...appontellò uno stocco nella zinna.
  2. Un rastello d’argento di cui si serviva il Cardinale per coltivare il suo domestico giardino.
  3. Cod. Corsin.:...e andò a Carlo nepote, ecc.
  4. Cod. sud.:... e lo trovò ancor vivo.
  5. Cod. sud.:... lo Cardinale accennò con la mano a lui. Cod. Promiscuo In fessura Magistri:... e gli disse che era stato ammazzato, ma lo trovò vivo e senza poter parlare, benché accennò col dito che era stato lui.
  6. Cod. Cors. Prom. Inf. Mag.:... e perchè lui solo restò in casa fu preso.
  7. Cod. Corsin.:... dicevano, ecc.
  8. Cod. Corsin.:... ammazzatemi che io debbi far miglior guardia.
  9. Cod. sud.:... e con lusinghe, con dire che lo Papa perdonava.
  10. Cod. sud.:... lo carro dove fu messo, e attenagliato.