Pagina:Memoriale di Paolo dello Mastro.djvu/42

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 34 —

[Imperator Federico viene a Roma.] Recordo io Pauolo che nelli 1468 venne a Roma lo Imperadore Federico, e venne la vigilia de Natale a tre hore de notte, e venne come Pellegrino, elio Capodanno anuarono a S.to Janni esso e lo Papa, e tornarono in pontificale l’uno a lato all’altro1.


Nell’Anno 1469.


«Alli 19 dello mese di Gennaro se partì da Roma il d° Imperatore Federico 3.°»

«A dì 17 di Feb.ro del d° anno morì Paolo Panicappa.»

«Nel med° Anno, a dì p° d’Aprile morì Giovanni Capoccia.»


Nell’Anno 1470.


«Nello Carnovale, la Sta’ di Papa Paolo fece correre li Palij, cioè quelli delli Giudei, delli huomini, delli joveni, delli vecchi, a Testaccio li tre altri Patii, come ausanza, e delli Asini, e delli Bufali, per la strada di Sta Maria del Popolo fino a San Marco, e fece lo pranzo alli Cittadini nello suo giardino, lo lunedì di Carnevale.»

[Morte di Papa Paolo.] Recordo io Pauolo che nelli 1471. a dij 26 de Luglio, morì Papa Paolo, e morì de una trista morte2, la quale morte si fu che a tre hore de notte fu trovato morto, e molti dissero che fu strangolato da certi diavoli che teneva rinchiusi.

Recordo io Pauolo che nello dello anno, a dij VIII d’Agosto fu fatto Papa Sisto che era de quello de Genova et era Cardinale de Sto Pietro in Vincula3.


Nell’Anno 1475.


«A dì 28 di Decembre morì M. Francesco Jannuta Papacciurri, Vescovo di Cincia (sic), e mori in Cesena e fo sotterrato nella chiesa di Santo Dominico della da Terra.»

  1. Cod. Cors.: Nell’anno 1468 a dì 24 di decembre venne a Roma l’Imp.re Federico 3.°, e fo la seconda volta; la prima venne a tempo de Papa Nicolò Quinto, e questa 2a volta a tempo de Papa Paolo 2°: e lo primo di Jennaro 1469 vennero lo d° Papa e l’Imp:e da Santo Giovanni de Luterano et andaro pontificalmente sotto ad un Palio per fino a San Pietro, e lo do Imperatore venne a Roma come pellegrino.
  2. Certo è che Paolo II morì di morte violenta; allora vi si innestarono le più strane congetture che dettero origine di poi alla leggenda dei diavoli. Taluno asserì che nella sera che precedette la sua morte, avesse mangiato una gran quantità di melone, e però se ne morisse d una indigestione. Altri Io dissero strangolato . . . ma non da diavoli, come dice i! nostro Diarista: Fu papa avaro sordidamente, ed amantissimo di gemme preziose, di cui lasciò gran collezione. Egli morì odiato da tutti.
  3. Cod. Cors.: A dì 19 Agosto di d° Anno fu fatto Papa lo Carde di S. Pietro in Vincula e si chiamao Sisto 4.° = Frate Francesco della Rovere da Savona, Francescano, Cardle di S. Pietro in Vincula.