Pagina:Memorie dei Conti di Thunn 1839.djvu/89

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 89 —

ricodi castello Tono, e il Signor Guglielmo del q.m Riprando di castello Nanno.

(Ip.)


1363.


Urizio, figlio del q.m nobiluomo Federico di Castelthunn, compra da Zesco del q.m Wolchmaro di Burgstall e da Marina sua moglie, figlia di Teodorico di Coredo, la Decima della villa di Termone. Documento rogato nel castello Flavon. (Ar.) Questi Signori di Burgstall erano d’origine tedeschi, e dopochè giunsero a possedere feudi che prima erano de’ Conti di Flavono e d’una linea degli Sporo, si dissero Signori di Spaur e Pflaum, ed appellarono un’altra linea degli Sporo Altspaur, che significa Sporo antico. Questa linea dei veri antichi Sporo sussistette fino a’ miei dì, e si estinse in Giuseppe, morto in Mezzo tedesco, dove possedeva beni allodiali (i feudi suoi sono in Sporo maggiore), lasciando solo figliuole, una delle quali è ancora in vita.

1367.


Vincenzo, figlio del q.m Federico de castro Thoni, compra da Pietro di castel Arsio una Decima posta nelle pertinenze di Brezio, Tra