Pagina:Memorie della Accademia delle Scienze di Torino, Tomo XXIX.djvu/512

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
96 monumenti geroglifici

e per tal ragione in quaQtit:\ sepolti nelle fondamenta, nella guisa stessa clie fra uoi si metloiio e rololi e inonele.

Un’ altra statua Leontocefala e colossale del Regio Museo, la cui altezza; benchè seduta, è di due metri e mezzo, porta pure scolpite lungo le coscie, ed ai lati del trono, alcune leggeude, ed i cartelli di un re Faraone, chiamato Ramses. È di granito ncro, e rappresenla la Dea Tafnet, la coiripagna del Dio Soin o Goni, VErcole Egizio. La diversita per altro del carlello prenome m’induce a credere che cotesto Ramses sia un personaggio diirereiite da Ramses il graude, del quale abbiamo pur era parlalo. La leggenda posta sul davanti della slatua puossi tradurre cosl. (tav. 3. fig. i. a) Dio buono e vis/ificatore figliiuilo di Amine, nato dalla Dea Neilh, Signore della regione celeste, re del popolo obbediente, padrone o signore delle tre parti del niondo {Re Sate approvato da Amone) ftgliuolo did Sole Signore delle tre regioni (aniato da Ainone Ramses). Uu’ altra leggeuda posla a lalo del trono sul quale slede la Dea, dice: amalo da Amonra S’gnor delle tre regioni del mondo, dell’ Amenti e della prima regione opt. Gi;\ si e più sopra notato, clie i segni didl’ oca, o vulparisere, e della lineelta perpeud;colare, si dovevano leggere ce o cr, e tradurre figliuolo; diro ora clie per essi viene oguora indicata la figliazione paterna (i), (|uindi cr 3XM.n, figliuolo d’Anione: all’ incontro per i due segiii la niatassa, e la linea ciirva che si leggoiio Uc, derivante dalla radice Cofta nec generare, si vuol sempre indicare la discendenza materna. I’er la qual cosa, nell’ inscrizione greca e geroglifica della mummia del sig. Cailliaud, con tanta dottrina e pari concordia illuslrala dai chiarissimi sigaori Letronne, e Champollion Minore, il Uec corrisponde al greco MjiTpsj, e Uec <in KJ.onrp, viene tradotto naio da Cleopatra. Ne v’ ha dubbio alcuno, che nella mummia greca del Regio Museo Egizio, l’ iscrizione geroglifica corrispondcnte alia greca non sia per confermare questa incontrastabile verita del dotto

(i) Chanifol. LeUre a M. Letronne.