Pagina:Memorie della Accademia delle Scienze di Torino, Tomo XXIX.djvu/523

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

di costanzo gazzera 107

sono la più parte coperti, per la qiialilu clella materia, e per allri pregi estriiiseci, quaulo e mollo piii per le cose che vi souo raj)prescntate e per Ic leggendc da cui sono accompaguale. Ke certo (arebbe opera pcrduta clii s’ occupasse dadovvero di danie una iuliera illustrazioue. Noi sarcmo coiilcnti di parlarc alia sfuggita d’ alciiiii die pill faiino al soggcllo del pri-siMile discorso.

In uuo di (juesLi il re Aiuenoftep in abilo regale, ureo in capo, slailiie e scetlro ricurvo iii luaiio, e in compagnia del Dio Sii()rc-’ mo j4inonru rappresentato coi siinboli consueti delle due liiiighc penne siil capo, e della bciida scendeiile ai picdi; e di un’allra diviiiiui il cui capo oniato dal glolio ed ombreggiato da due grandi piume, porta in mano lo scellro a lesla di cuciifa, ed i’: effigiato da sparviero, il cui nome posto accanto c’ istruì chiamarsi Mandoui. (fig. 3.) La prima notizia di cotesto Dio Egizio ci venne per una greca iscrizione di Khalabschè in Nubia, e per un’ altra pubblicata da Burckardt, e restiluita dal clilarissiino Letronne. II sig. Champollion riconobbe questa medesima Divinità per quella che nello stele bilingue del Regio Museo, intorno al quale "va preparaudo un doUo lavoro il cbiarisslmo Gollega abate Peyron, sta in atto di ricevere un’ offerta die U viene presentata dalla re^ gina Cleopatra figliuola di Aulete, nel qual sito pure non e scornpagnata dal nome suo scrilto in caralleri geroglifici fonelici. Pin sotto la regina Adiri e figurala qual Dea, con stafllle in mauo e cou sopra del capo un berretlone did quale qualtio serpenti urei alzano il capo, su ciascuno de’quali e il disco solare. II suo carlcUo p.ostolo accanto presenta due variazioni per la mancanza del segno ricurvo di Uec e della foglla 3X. A lato di essa e situata la Dea Albyr coi soliti attributi delle coma bovine e del globo. II suo nome e ivi indicato simbolicamente per la vacca, ed amendue riccvono le adorazioni, e le olFerto di vari divoli. Tutle le figure del quadro sono condotte con somma maestria, in incavo, e disegnate con graiule perizia e disinvoltura. In aKro stele lavorato con non minor diligenza ed in rilievo, il re e accompagnato dal Dio Fta, ed esse