Pagina:Memorie della Accademia delle Scienze di Torino, Tomo XXIX.djvu/558

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


1^2 J\IONCMENTI GEROGLIFICI

ne la cosa per se pare verisimile, ne si hanno, sino a quest’ora, abbastanza nioniimenli per alfermarlo.

Per uUiino l’ uso invetcralo e loslaiite dcgli antichi Egiiii di associare agli onori, ed agli alii di adorazione Iribulali ai re successori, il capo piu’C delta dinastia, ci richiama al pciisiero la pratica dei re Lagidi, i quali non mai, sla iie’monnmenli clie ucgli atti pubblici, dimenticavaiio di menzionare il re Alessandro da essi riconosciulo qual capo di lor famiglia, siccorae per l’ iscrizione di Rosetla, e pel testo di vari contratti, e di pubbliei atti del Regie Miiseo e manifesto. Allra e non wltima prova di quanto abbiamo già piii sopra iiidicato, come in ogiii cosa cercassero i Lagidi di conservare ed irnitare le pratiche tulte, che con tauto senuo vennera introdotle dai gloriosi lore antecessori.

f