Pagina:Memorie storiche della città e del territorio di Trento.djvu/142

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
124 memorie storiche della città

Il Cardinal Cristoforo l’anno 1548 fu onorato dell’incombenza di portarsi in Genova, e di ivi congiungere in matrimonio l’Arciduca Massimiliano figlio di Ferdinando Re de’ Romani colla Principessa Maria figlia dell’Imperator Carlo V., ove li congiunse effettivamente con solenne pompa nel palazzo del celebre Andrea Doria il mese di Luglio dello stesso anno.

Nello stesso anno 1548 il Cardinal Cristoforo fu incaricato dall’Imperator Carlo V. d’andare in Ispagna per ricevervi il Real Principe Don Filippo suo figlio, ed accompagnarlo nel suo viaggio, che far doveva per l’Italia nelle Fiandre. Il Cardinale accompagnò dunque in tutto il viaggio l’augusto Principe Don Filippo, il quale, allorchè giunse in Trento, il che avvenne il 24 Gennaio 1549, vi fu accolto colla più sontuosa e magnifica pompa. Le feste, i giuochi, i finti combattimenti militari, gli archi trionfali, le varie iscrizioni, che vi si leggevano, altre in latino, altre in ispagnuolo, i fuochi artificiali, gli addobbamenti in tutte le contrade della città, per le quali passava, i superbi conviti, i suoni musicali, e le danze, che si videro incessantemente nei cinque giorni, che egli si trattenne con tutta la sua Corte in Trento, vengono prolissamente descritti dal Mariano pag. 359 e segg. Il Cardinal Cristoforo accompagnò poscia il Real Principe, che partì da Trento li 29 Gennajo, fino al suo arrivo in Brusselles.