Pagina:Memorie storiche della città e del territorio di Trento.djvu/44

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
26 memorie storiche della città

tenza contro di lui pure pronunziata. Tutto intero il documento si legge nel volume secondo delle Notizie istorico-critiche peg. 593 e segg.

Poichè Ezelino da Romano, mentre signoreggiava Verona, aveva assoggettato Trento al dominio di quella città, ed i Trentini eransi poi, come detto abbiamo, liberati dal di lui giogo, Mastino dalla Scala Capitano generale de’ Veronesi l’anno 1265 volle ricuperar Trento onde assoggettarlo nuovamente alla repubblica o città di Verona. Venne egli dunque in tale anno con potente esercito sotto Trento, ed espugnate le mura lo prese, e l’abbandonò al saccheggio de’ suoi soldati. Un diffuso racconto di questa invasione si legge nel libro intitolato Istorie della Città di Verona di Girolamo dalla Corte (volume secondo pag. 13 e segg.) Il Vescovo Egnone dovette per questa nuova invasione partirsi da Trento, ed egli morì esule dal suo Stato in Padova l’anno 1273, e di là il suo corpo fu trasportato in Trento, e seppellito nella Cattedrale nell’1274.


CAPO IV.
Memorie Storiche dall’anno 1274
fino all’anno 1289.

Ad Egnone è succeduto nel Vescovato di Trento Enrico eletto l’anno 1274, ma di