Pagina:Memorie storiche della città e del territorio di Trento - parte prima.djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
26 memorie storiche della città

La Rezia abbracciava, come abbiam detto più sopra, oltra il paese de’ Grigioni, e la Valtellina, e le altre Valli summentovate, e i Nauni o Genauni, tutto il Trentino, ed una gran parte del paese che ora chiamasi Tirolo. Alla Rezia fu poscia giunta la Vindelicia, chiamata Rezia seconda, e Rezia prima denominossi quella, che abbiamo ora descritta.

Il Padre Arduino nelle note al Plinio lib. 3. cap. 16. dice, che le Alpi Retiche chiamansi Alpi Trentine, perchè Trento era la capitale della Rezia: Alpes Rhæticæ Tridentinæ appellantur a capite Rhætiæ Tridento. Che la città di Trento sia stata la metropoli della Rezia, l’osservaron pure molti altri gravi scrittori. Samuele Pitisco lex. ant. Rom., dice che Alpes Rhæticœ appellatæ fuerunt Tridentinæ a capite totius Rhætiæ Tridento, Athesi amni apposito. Filippo Cluverio nella sua Introd. geog. lib. 3. scrive in tal guisa: Supra Euganeos fuere Rhæti, duce Rhæto, ex Tuscis quum hi pellerentur e circumpadana regione a Gallis, orti. Fines habuere a Rheni fontibus ad fontes usque Dravi amnis in Danubium defluentis. Caput eorum Trídentum. Giovanni Doujat nelle Note a ''Tito Livio'' lib. 5. 33. ad usum Delph. dopo aver nominati i popoli o paesi componenti la Rezia, e descritti i loro confini soggiunge: Caput eorum Tridentum fuit. Fortunato Sprechero scrittore Grigione, il quale