Pagina:Memorie storiche della città e del territorio di Trento - parte prima.djvu/88

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

77

Nelle Memorie storiche della città e territorio di Trento io ho parlato lungamente della celebre guerra, che Augusto mosse a tutti i popoli della Rezia, fra i quali erano i Nauni o Genauni, cioè i popoli della Val di Non, i quali furono tutti gli uni dopo gli altri debellati, e vinti, e sottomessi alla dominazione di Roma. Il Sig. Giacomo Maffei nel citato suo libro alla pag. 3. dice, che gli Ananiesi ovvero i Nauni erano in quel tempo un popolo libero, o piuttosto un popolo barbaro, povero, e miserabile, che in parte viveva di latrocini, ed assassinamenti, ed alla pag. 7 accennando lo stato della Naunia dopo che venne in poter de’ Romani, dice, che i ladroni, che prima la disonoravano, furono distrutti. Egli fa della sua patria questo turpe quadro, come se fosse particolare solo ad essa, e nulla dice di ciò che doveva pur dire. Egli doveva dire primieramente, che tali erano non solo i Nauni, ma tutti pure i popoli della Rezia, come attestano Dione, e Strabone, e tutti gli storici, che hanno di essi parlato. Tal era il generale lor costume verso tutti i popoli esteri, cioè verso quelli co’ quali non avevano alcun