Pagina:Memorie storiche di Arona e del suo castello.djvu/18

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
4 memorie storiche di arona


I · O · M

CAIUS · SENTIUS

THREPTUS

V · S · L · M ·

E riportando in quel codice la forma di dette lapidi, dice essergli sembrate due are votive, come per tali ce le dà il Gruttero, e come anche le iscrizioni istesse dimostrano.

Novara vanta Ercole per suo fondatore, onde da alcuni geografi città di Ercole viene appellata 1. Un monumento certo adunque, eretto ad Ercole in Arona, sembra testimonio parlante della sua antichità. Un altro monumento si osserva nella casa che era l’antica abbadia dei monaci di san Benedetto, ed è un’urna sepolcrale di pietra bigia, portante la seguente iscrizione in fronte:


PRIMITIVES · SECUNDI

PUBBLINI · FIL · VIRI

A · IANUARIA · MATRE

CARISSIMI


A queste iscrizioni poi concordano molte altre rinvenute nei circonvicini paesi. Abbiamo Mercurago, paese al sud di Arona, dove esisteva una lapide incisa a lettere romane mezzo abrose presso la chiesa parrocchiale, che fu ‘poi trasportata, con tante altre di questi contorni, nell’atrio della Canonica della Cattedrale di Novara; ond’è che monsignor

  1. Guido Ferrario, tom. IV, diss. IV, ed il Pioto ne’ suoi commenti alla legge si quando, a pag. 424, n.° 894, dice: Novaria urbs prius Aria dicebatur ab Hercule Ario Ægyptio condita teste Marco Portio Catone, qui in ejus libro Originum sie scribit: « Novaria ante ab Heroulis Ægypty nomine Lybia, et agnomine Aria Ægyptio vocabulo leonina, sed a Liguribus instaurata Novaria dicta est. Aria enim lingua Caldea, sive Ægyptia idem est, quod Leo apud Latinos, sic et apud Hebreos Ari idem est, quod Leo apud nos. »