Pagina:Memorie storiche su la vita gli studj e le opere di Lionardo da Vinci.djvu/201

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
190 MEMORIE STORICHE

Ineseguito fu allora il progetto di Lionardo, come lo fu quello de’due Ingegneri milanesi Bartolommeo Della valle, e Benedetto Massaglia; i quali, poco dopo Lionardo, proposto aveano di fare in quel luogo una deviazione navigabile di circa due miglia. Ne’successivi cangiamenti delle cose pensarono sempre i Milanesi alla navigazione dell’Adda; e dal re di Francia Francesco I ottennero nel 1516 per quest’oggetto 5000 scudi annui, co’quali nel 1518, come notammo, si rifecero per la seconda volta le indagini; e più ancora ottennero dalla Spagna, a cui la Francia ceduto avea di questo paese il dominio, poichè nel 1591 l’architetto e pittor milanese Giuseppe Meda disegnò e fece eseguire la gran conca di Paderno, che noi vedemmo distruggersi per sostituirvene sei colle quali nel 1777, sotto il governo austriaco, si ottenne la tanto desiderata navigazione dell’Adda. Di quell’antica conca saggiamente ci ha conservata la descrizione e’l disegno il valente nostro idraulico, e architetto Bernardino Ferrari1.

  1. Sulla Conca di Paderno. Scelta d’Opuscoli interessanti. Tom. iii in 4.º pag. 401. Milano.