Pagina:Memorie storiche su la vita gli studj e le opere di Lionardo da Vinci.djvu/44

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DI LIONARDO DA VINCI. 33

me Lionardo, oltre il testimonio del Vasari1, non cen lascia dubitare la stampa di sei tavole incise in rame esistenti fra i nostri codici, nelle quali in mezzo a un ingegnoso disegno di cifre, e d'andirivieni, variato in ogni tavola, leggesi: ACADEMIA LEONARDI VINCI. Dassi per fregio o vignetta alla prima pagina di queste memorie il centro d'un di que' disegni, i quali, comprese le quattro cifre degli angoli fatte a complemento del quadrilatero, hanno pollici parigini 9, lin. 5 in lunghezza, e pollici 7 lin. 3 in larghezza.

Ben è probabile che ad uso di quell'accademia, per ragionare co'suoi colleghi, e per istruzione de' suoi scolari, tante cose abbia scritte il Vinci quante sen leggono non solo nel suo Trattato della Pittura, ma anche ne'molti suoi volumi manoscritti. Spiegasi così perchè di tanti e sì variati argomenti ei prendesse a trattare; e perchè non trovinsi generalmente ne'suoi scritti se non idee staccate, opere abbozzate, e materiali per far libri, anzichè trattati compiuti. In questo conto pur tenere possiamo, e vel tennero i più colti uomini che lo esaminarono, il presente Trattato della Pittura, quantunque Fr. Luca Paciolo dica che » Lionardo con tutta diligentia al degno libro de pictura et movimenti umani ab-

  1. Vita di Lionardo da Vinci.