Pagina:Milani - Risposta a Cattaneo, 1841.djvu/131

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



121

egli ha fabbricata quasi tutta da sè, cercandone il fondamento in un atto ingiusto e sleale,

che quand’ anche io non mi fossi accorto di quell’ errore )

quand’anche non Favessi emendato da me; . quand’anche egli fosse passato dal manoscritto nella stampa, ed avesse quindi potuto divenir tema di pubblica critica:

io credo ancora che ogni uomo imparziale lo direbbe una cosa di poco conto a petto agli spropositi che il dottore Cattaneo ha accatastati per propalarlo.


XIII.

Nella stima presuntiva dei terreni da occuparsi o da danneggiarsi conp agln e 24, 25.

la strada aver io commesso un errore enorme, un errore di sei milioni.

Quella stima doversi dai tre milioni, in cui è esposta, portare ai nove milioni; tre milioni essere una cosa assolutamente impossibile; nove, nove occorrerne, e non meno: appellarsene egli al giudizio di tutti i pratici.

Nei movimenti di terra esservi errori nel bilancio tra gli interramenti Pagine 25, 26.

e gli escavi, nella quantità totale, nel prezzo.

Non esservi equilibrio, non esservi bilancio tra gli interramenti e gli - escavi.

JSd in questo bilancio, tra gli escavi ed i terrapieni, mostrarsi proprio il giudizio pratico degli ingegneri.

Non esservi, perchè io ho ammassato in pochi luoghi le grandi escavazioni, e quindi non potersi facilmente compensare coi terrapieni.

La quantità totale dei movimenti di terra, nove milioni di metri cubi, essere una cosa esorbitante, e questo

massime per quel non necessario ne utile vincolo che io mi sono imposto, di evitare, non si sa perchè, i sifoni, passando sopra tutte le correnti £ acqua.

Un esperto ingegnere avergli dimostrato che sul solo tronco da Milano all’Adda si possono risparmiare 140 mila metri cubi di terrapieno, senza danneggiare menomamente le pendenze, e senza pregiudicare le acque correnti.

Pel prezzo, mezza lira al metro cubo in misura media essere troppo scarso; quattro milioni e mezzo per tutti i movimenti di terra essere una vera miseria.

Bisogna che il prezzo di un metro cubo sia di una lira, bisogna triplicare quei quattro milioni e mezzo, aggiungetene nove, farli tredici e mezzo.

L 5 ingegnere Gampilanzi intendersi del prezzo dei movimenti di terra,

16 Google