Pagina:Mirtilla.djvu/91

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

A T T O

Ciò chiaro mostra l’Edera, e ’l Cipresso,
E l’Amandola sola poco frutta:
La Palma senza il maschio suo non genera,
Ma se vicine son, l’una si piega
Con natural amor verso la cara
Sua dolce compagnia;
E fanno a gara il frutto: le ritorte
Viti s’abbraccian volontieri à l’Olmo,
E al Pioppo suoi cari mariti; il Mirto
Ama la bianca Oliva;
Gli augei s’amano anch’essi, ama il colombo
La sua cara colomba, e così gli altri.
In somma il Mar, la Terra, e ’l Ciel son pieni
D’Amore Età non fù, non fù mai sesso,
Che senza Amor si fusse.
Ogn’animale, e con ragione, e senza,
Per fruir le dolcezze
D’Amor, ardito sprezza ogni periglio,
E manifesta morte non ricusa.
Ama dunque tu ancor, prova di quanto
Contento sia l’amar Ninfa, che t’ami;
E con lei gire à queste valli intorno,
Cogliendo fiori, e tesserne ghirlande,
E quanti fiori han le ghirlande inteste,
Tanti baci a lei dare,
E da lei tanti haverne.
Prova di quanta gioia sia ’l vedersi
Da leggiadretta man cinger le tempie
Di vaga ghirlandetta;


Deh