Pagina:Naunia descritta viaggiatore.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

nato molino, una casuccia, un prato lungo il fiume, due grandi vigne divise da un rivo, ed il resto bosco. Di là dalla riviera riguardando a destra, una caduta di acqua, un’ampia prateria, un bosco di quercie ed uno di abeti; e nel fiume grandi massi, altri nudi ed altri coperti di erba. Di fronte in alto una villetta, Dermulo, e sotto questo una seconda cascata, poi una foresta di quercie lambita dal fiume. A sinistra due altissime rupi che svegliano l’idea di Abila e Calpe, uno immenso ammasso di roccie, il fiume che esce placido e vorticoso da una stretta profonda oscura valle lungo il piè della perpendicolar rupe di Dermulo; più entro un boschetto di tigli e di ontani, sopra questo un’ampia cava nella rupe medesima; in questa cava il romitorio di Santa Giustina, una sorgente ch’esce dalla rupe e cade perpendicolarmente nel fiume, un angusto sentiere che guidava il romito sulla parete della rupe verso a mezzodì a que-