Pagina:Neera - L'amor platonico, Pierro, 1897.djvu/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


il caso di esaminare, che ad ogni modo però escludono la donna — giudicata dai greci troppo inferiore per poter assurgere con essa alla contemplazione della pura bellezza spirituale. È ben vero che in questo Convito il discorso più elevato sull’amore lo tiene una donna, Diotima, ma lo tiene sulla base sensuale, mentre in Platone l’amore si andava idealizzando fino a mutare oggetto sicché «lasciati a terra i bei corpi in cui si genera e quelli in cui non si genera, va ricercando e trovando nelle varie sfere del bene, del bel-