Pagina:Neera - L'amor platonico, Pierro, 1897.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


diamo, per non ingolfarci in ripetizioni inutili, il più noto fra essi, Schopenhauer, il quale dichiara: «Ogni passione amorosa, qualunque sieno le smanie eteree che essa possa affettare, ha le sue origini nell’ istinto sessuale ed in nessuna altra parte» ciò che, unito alla affermazione di Platone non essere la donna suscettibile di comprendere la bellezza astratta e quindi incapace di dividere coll’uomo un amore veramente ideale, sembrerebbe la condanna definitiva del tema che mi propongo di svolgere, molto più — e questo è il punto sul quale ri-