Pagina:Neera - L'amor platonico, Pierro, 1897.djvu/53

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L’antor platonico aspettava la mano amica che lo cogliesse, ma la turba carica del facile bottino non si era curata di affrontare per quel solo grappolo nuove fatiche.

Nella poesia greca troviamo una strofa che suona precisamente così: Siete una dolce mela lazzcruola Che in cima al ramo s’invermiglia sola In cima al ramo sull’ estrema punta Dimenticata no... ma non raggiunta. dii ci darà gli amori di quel grappolo, di quel frutto non raggiunto? Sono casi d’ amore, non dirò comuni ma frequenti, si infiltrano nella rumorosa vita appariscente,