Pagina:Neera - L'amor platonico, Pierro, 1897.djvu/96

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


P amore che si ignora; quando P uomo non chiede a sè stesso: Avrò io quella donna? ma volgendosi al cielo ed ai fiori, all’ aria ed alla luce sprigiona questo grido ineffabile: Come è bella la vita! Compiango profondamente l’uomo o la donna che non ebbero nel puro mattino della giovinezza uno di codesti amori, alla cui ombra riparare quando si scatena l’uragano delle passioni.

Non mi sembrano di un grande valore le obbiezioni che si fanno sulle cause, per la maggior parte forzate dicesi, dell’amor platonico.