Pagina:Neera - L'indomani.djvu/205

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 194 —


canerini in gabbia, perchè si riempiono le case di ricami e di lavori all’uncinetto, perchè leggiamo i romanzi e i giornali di mode, perchè andiamo ai concerti, perchè vi è sì gran numero di istituzioni filantropiche dove le donne sono patronesse, ispettrici, visitatrici, se l’amore fosse una realtà, se l’amore potesse bastare almeno alla vita di una donna?

— Eppure — ripetè Marta scuotendo il capo — è l’amore che ispira l’arte, è l’amore che riscalda la carità...

— Sono i disinganni dell’amore, è l’impotenza, l’assoluta impossibilità di estrinsecare nell’amore, nel solo amore, quella tendenza al sublime che c’è in noi. Oh! ma tutto il mondo perirebbe, non vi sarebbe più posto per nulla, per nulla capisci, se il lampo dell’amore potesse durare?

Marta fu colpita dalla luce straordinaria che brillava negli occhi di sua madre, rivelandole un fondo di ardore che ella non avrebbe mai sospettato; come l’eco di battaglie lontane, di lotte, di pianti, di morti, su cui era passata la grande,