Pagina:Neera - La Regaldina, Madella, 1914.djvu/181

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 177 —

la quale venne un giorno a raccontare la grande novità del paese, cioè che la signora Ernesta nove mesi giusti dopo aver maritata la figlia — e intanto che si aspettava la gravidanza della sposina — aveva messo al mondo il suo quattordicesimo figliuolo. Il fatto si prestava moltissimo allo scherzo e la moglie del dottore non si peritò a ricantarvi sopra delle variazioni; ma improvvisamente e come ricordandosi di un altro argomento più importante disse:

— Ed è vero poi, che il signor Pierino prende moglie?

Matilde ebbe una scossa così violenta, che Daria si affrettò a rispondere:

— Noi non ne sappiamo nulla; è giovane ancora e forse non vi pensa nemmeno.

— Oh! sì, oh! sì — riprese l’altra — mi hanno detto anche il nome della sposa; è ricchissima, un matrimonio di convenienza pare; eh! il signor Pierino è furbo. Sa ben lui, che di amore non si campa.

Daria si accingeva a troncare bruscamente il discorso, ma Matilde sollevando la faccia pallida e seria domandò:

— Non se lo ricorda questo nome?