Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/143

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la freccia del parto 135


pazienza con lei, usatele bei modi e buone parole. Pensate, se foste voi nel suo stato!

— Madonna santa! preferisco essere quella stracciona che sono!

La piccola signora del cappello oliva si accorgeva benissimo che Costanza perorava la sua causa. Quando la contadina la prese sotto il braccio per condurla a casa, ella guardò Costanza in modo pietoso.

— A rivederci. Penserò a voi, non dubitate.

Così disse Costanza salutandola, e stette ferma a guardarla mentre si allontanava lungo il campo di trifoglio. Una voluttà celeste le era scesa nel cuore, la voluttà di contraccambiare con tanto bene tutto il male che Rizzio le aveva fatto.