Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/161

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la freccia del parto 153


mai, ecco il nuovo dolore che venne ad aggiungersi ai dolori di Costanza.

La sua partenza venne fissata per l’ultimo del mese, ma ora sì che le si attagliavano i versi di Bernardo Tasso:


Parte l’amante, ma non parte solo,
C’ha i suoi cari pensieri in compagnia,
l quali ad ora ad or s’alzano a volo
Tornando a lei per la più corta via.


E guardando sull’album d’Olimpia il ritratto di Rizzio non poteva ella soggiungere:


Nè per baciar le mille volte e mille
L’imagine cotanto amata e cara
Sol una spegne di tante faville.


O poeti, consolatori di quelli che soffrono, la vostra missione sulla terra è ben dolce! Raccogliete intorno a voi in