Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/185

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la freccia del parto 177


pareva di essere in un deserto ai confini del polo.

Col freddo, le riunioni della sera erano più vive; ballavano sempre di qui e di là; la moglie del dottore, inaugurando la settima gravidanza, faceva dei renversé a tutta possa.

Costanza non si mostrava in nessuna casa; le sue premure erano volte a guarire in fretta; e poi avrebbe paventato troppo un incontro con Rizzio, quantunque sapesse che anche Rizzio non si faceva vedere più.

In una gelida sera di dicembre Olimpia doveva andare dal sindaco. Nessuna preghiera valse a smuovere Costanza dal suo proposito di restare in casa, onde Olimpia partì sola questa volta come tutte le altre.