Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/242

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
234 bugia


quelli che egli ama, mandò Guido Monteviti sul sentiero della contessa.

La prima volta che Beatrice incontrò ferme su di lei le pupille corruscanti del marchese, provò un senso di malessere e di noja, un po’ somigliante a quello della sonnambula sotto l’azione del magnetizzatore.

Allora appunto ella attraversava un periodo critico, di quei periodi che capitano alle donne sensibili quando il marito si appassiona per una cava di carbon fossile, per i cavalli, per la caccia o semplicemente per l’ingrasso de’ suoi poderi. Il conte Cucchiari, sicuro dell’affetto e della virtù di sua moglie, l’abbandonava un pochino a sè stessa, sembrandogli che dopo cinque anni di matrimonio si potesse onore-