Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/258

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
250 tonino l'eremita


Durante il giorno il pistolone stava appeso al muro in mezzo alle immagini di S. Ermolao e di S. Priscilla vergine. Lì presso c’era un mucchio di ciabatte, miste alle pannocchie di gran turco che egli dava di mano in mano al fornaio in cambio del pane. Un cassone da legna gli serviva per riporre gli abiti e quei qualsiansi indumenti di cui usava ricoprirsi; era abbellito sul coperchio da un figurino delle mode di Parigi dell’anno 1821. Il letto dell’eremita compiva la mobiglia, ed era un letto degno in tutto delle Tebaidi; senonchè egli vi teneva sotto i suoi arnesi da cucina, la pentola, il paiuolo e la minestra avanzata. Gli oggetti più interessanti li aveva sul suo deschetto; un frate di cartone che indicava il cat-