Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/352

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
344 una discrezione


verso la riva del mare, rimpicciolendosi via via, svanendo come un’ombra; un punto luminoso ancora, la sua testa; un bianco ondeggiamento, la sua gonna: poi più nulla.

Il giovinetto si sentì disperato; gli mancava ad un tratto l’aria e la luce; una fitta acuta gli trapassava il cuore; un brivido gli salvia dalle reni al cervello. Prese la rincorsa e tornò a vederla.

Ella passeggiava ora anche più lentamente, colle braccia cadenti, come assorta in un pensiero malinconico. Egli la seguì, raccorciando sempre più la distanza, eppure nascondendosi se gli veniva il dubbio di essere scorto, provando una grande voluttà a respirare nell’aria il passaggio della sua