Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/390

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
382 una discrezione


Un’onda ardente di desiderio passò come un uragano attraverso tutto il corpo della signora. Ella fece uno sforzo violento per dominarsi.

«No, no, deliro. Egli mi chiederà un pensiero, una preghiera, meno ancora. Che cosa non saprà inventare quel cuore innocente di poeta?... Ma sono pur rosee le sue labbra e candidi i suoi denti....»

La lotta continuava, fiera, con grandi forze spiegate d’ambo le parti, finchè vinse l’antica sentimentalità in quella tormentata anima femminile. Si rizzò in piedi, decisa. Corse nella sua camera, buttando all’aria frettolosamente uno stipo, cercando un piccolo medaglione appeso ad una catenella d’oro; se lo pose al collo e lo accomodò amo-