Pagina:Neera - La sottana del Diavolo, Milano, Treves, 1912.djvu/70

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
64 due mondi


nel podere di Nicola Bordello condannato in lire cinquanta....

— Che è giustizia! — gridò Nicola puntando l’indice verso il portone chiuso.

— .... e Nicola Bordello per non essersi presentato all’ora indetta lire cinquanta.

— Io! Io! Che c’entro io? Io pagare cinquanta lire? Non le ho tagliate io le viti. No! No! Giustizia! Voglio giustizia! Aprite il portone. Parlo io. La repubblica....

E cadde di botto sul sentiero.

Accorsero dalle case vicine uomini e donne spaventate chiedendo se era morto.

— No, — disse l’usciere con calma, — è solamente ubbriaco.

Maso del Ghero un po’ intontito si raddrizzava sul cappello la penna di gallo.