Pagina:Neera - La sottana del Diavolo, Milano, Treves, 1912.djvu/96

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90 in qual modo pinotto divenne uomo libero


lo ubbriaca. Va a ragionare se puoi con un uomo che non sta ritto sulle gambe!

Francamente devo dire che ignoro ciò che avrei fatto nei panni dell’amico mio, essendo più che ogni altra cosa malagevole il sostituirsi al pensiero, al sentimento, alla impressionabilità di un altro, ma Giacomo Gondi nella infinita dolcezza del suo temperamento credette far bene raddoppiando verso il suo domestico di affabilità e di condiscendenza. Fu peggio che andar di notte, perchè costui a vedere quella remissione non pensò neppure un istante che fosse una nuova prova della bontà di Giacomo Gondi e l’attribuì tutta alla paura delle sue minacce, quanto dire alla superiorità inappellabile della sua causa, per cui si fece sempre più insolente, infingardo e pieno di pretese. Giacomo Gondi ne soffriva nelle più intime fibre della sua anima di timido, di sognatore, di ottimista e — come succede agli individui del suo temperamento — si lasciava andare pel verso della corrente, affidato ad una fluttuante speranza che le cose dovessero da un momento all’altro cambiare.

Si era a questo punto quando una delle scorse sere, un po’ prima di mettere in tavola, Giacomo Gondi che ritornava da una lunga