Pagina:Neera - Un nido, Milano, Galli, 1889.djvu/98

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90 Parte seconda.


Dall’uscio di cucina, dove se ne stava colla tafferia in mano, ella vide la ragazza, e senza smettere di mondare il suo riso le rivolse la parola come costumano tutte queste buone donnicciole allevate nelle famiglie di provincia, perchè crederebbero di mancare all’educazione lasciando i padroni senza interlocutori, e stimano una grande prova di creanza quella di non permettere che una persona resti in silenzio; bisogna anche dire, senza offenderle, che fra tutti i loro doveri reali questo dovere immaginario è forse il più simpatico a quelle anime ingenue ed espansive.

Margii dunque le rivolse la parola:

— Ha sentito messa? È stata corta eh? lo avevo detto. E il signor Giovanni l’ha veduto?

Editta, che un momento prima non cercava altro, si morse le labbra per il dispetto di doverne parlare.

— Come sai tu, Margii, che quella persona era in chiesa?

— L’ho visto. Ero qui dalla fruttivendola di rimpetto; egli è passato e mi ha detto: «Buon giorno, Margii; quando me la porti quella semente?» È semente d’erba matricaria che vuole coltivare per i poveri della valle. E poi mi ha