Pagina:Negri - Orazioni, Treves, Milano, 1918.djvu/87

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Luigi Majno 81


Alla sbarra e nelle assemblee. Nella casa. Nella strada. Fra gli amici, al tavolino d’un caffè. Ovunque, comunque. Difendendo un accusato in corte d’assise, un’idea in un comizio. All’unica missione lo portavano organicamente l’equilibrio mentale, la dirittura logica, e la facoltà di tutto assimilare per tutto rendere, con originalissima arte comunicativa. E dico tutto nel senso enciclopedico: perchè l’opulenta struttura del cervello di Luigi Majno e la sua sconfinata memoria comprendevano (chi lo conobbe sa che non esagero) lo scibile umano.

Per tal ragione, senza dubbio. Luigi Majno appartenne alla specie degli uomini superiori che, avendo esercitato in vita un’immensa influenza spirituale, continuante anche