Pagina:Nicolò Toneatti - Guida del viaggiatore per la città e per li dintorni di Trento, 1837.djvu/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

I.

Principali contrade di Trento esposte in ordine di passeggio per comodo del viaggiatore.


Trento (Tridentum), terra de’ Reti, elevata a romana Colonia da Augusto, cinta di mura prima dagli Etruschi, indi da Teodorico re degli Ostrogoti, scelta a sede di un Ducato da’ Longobardi, incorporata in seguito al Regno germanico, e data in dono qual marca da Corrado il Salico a’ proprj Vescovi divenne sede d’un Principato dell’Impero romano-tedesco, il quale fiorì sotto il vescovo Bernardo Clesio, cardinale, consigliere e segretario di stato dell’Imperatore Massimiliano, come lo dimostrano i fabbricati di buon gusto, che segnano quell’epoca, l’acquedotto a Trento procurato, il bel ponte di legno coperto a S. Lorenzo, distrutto nelle ultime guerre l’anno 1796, e che da alcuni geografi moderni viene anche a’ nostri dì come esistente descritto, gli statuti municipali pubbli-