Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/82

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


- ane vostre tendenze, o quello che la vostra necessità vuole da voi, 0 quello che vi è utile, non dovete in questo, nè permettervi di lodarvi, nè lasciarvi loda rei Si è in fondo una piccola specie di uomini quando si è soltanto virtuosi: niente deve indurvi in errore in questo punto! Uomini che in qualche modo son venuti in considerazione non furono mai simili asini di virtìi : il loro intimo istinto, quello della loro quantità di potenza, non trovò lì il loro tornaconto; mentre la vostra minima potenza non vi fa vedere niente di più saggio della virtù. Ma voi avete i^ numero dalla vostra parte : e in quanto voi tiranneggiate, noi vi vogliamo fare la guerra... 157. Un uomo virtuoso appartiene già a una specie inferiore per- chè non è una « persona » ma il suo valore gli viene dal fatto che egli è conforme a uno schema umano che è stato stabilito una volta per sempre. Egli non ha il suo valore a parte; egli può essere paragonalo, ha dei simili, non deve essere unico... Verifichiamo le qualità dell'uomo " buono ». Perchè ci fanno bene? Perchè non ci forzano alla guerra, perchè egli non ci obbliga alla diffidenza, alla precauzione, al raccoglimento e alla sincerità: la nostra pigrizia, la nostra bontà d'animo, la nostra spensieratezza sono a loro agio. Noi proiettiamo fuori di noi questo senso di benessere per prestarlo all'uomo buono, per farne una qua 1 i t à, un valore. Ì58. Critica dell'uomo buono. — L'onestà, la dignità, il sentimento del dovere, la giustizia, l'umanità, la lealtà, la rettitu- dine, la buona coscienza — con queste parole alto sonanti si affer- mano e si approvano veramente delle qualità per se stesse? Oppure qualità e condizioni indifferenti in sè, per il loro va- lore, sono considerate da un punto di vista che concede loro del va- lore? Il valore di queste qualità risiede in loro o nell'utilità e nel vantaggio che da esse risulta? (che sembra risultare, o che si aspetta che risulti?) È evidente che io non intendo qui un'opposizione fra Ver/o e Valter nel giudizio; si tratta di sapere se sono le conseguenze —