Pagina:Notizie del bello, dell'antico, e del curioso della città di Napoli.djvu/3

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

L’EDITORE



Ornari res ipsa vetat, contenta doceri.



Il desiderio di molti di veder messe a ristampa le notizie della Città di Napoli, raccolte e fedelmente descritte dal Canonico Carlo Celano, ci ha invogliato ad imprendere questa piacevole sì, ma troppo ardua fatica. Le patrie memorie sono sacre per la posterità; è per mezzo di esse che si diffondono e si eternano le opere de’ sapienti e dei prodi; fu perciò lodevolissimo lo scopo di questo patrio scrittore di ricordare le antiche singolarità di questa classica terra, ora per lieti eventi felice, ed or misera per atrocità ed infortunii; terra favorita dalla natura, abbellita dall’arte, e per dolcezza di clima, per salubrità dell’aere, per fecondità di prodotti meritevolmente appellata il giardino dell’Italia!