Pagina:Notizie sulla Guerra della Indipendenza d'Italia (Monitore Toscano).djvu/137

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

137

dell’inimico, nè dalle posizioni formidabili ch’egli occupava per tre leghe di profondità, nè dal calore soffocante.

La Patria riconoscente vi ringrazia per mezzo mio di tanta perseveranza e di tanto coraggio, ma piange con me quelli che sono morti sul campo dell’onore. Noi abbiamo preso tre bandiere, trenta cannoni, e seimila prigionieri.

L’esercito sardo ha lottato collo stesso valore contro forze superiori; esso è ben degno di marciare al vostro fianco.

Soldati! Tanto sangue versato non sarà inutile per la gloria della Francia e per la felicità dei popoli.


N. XXIV.
Monit. N. 162


Ordine del giorno. – Soldati! In due mesi di guerra dalle invase sponde della Sesia e del Po voi correste di vittoria in vittoria alle rive del Garda e del Mincio. Nella via gloriosa da voi percorsa, in compagnia del generoso e potente nostro Alleato, voi deste ovunque le più splendide prove di disciplina e di eroismo. La nazione va altera di voi; l’Italia tutta, che conta con orgoglio fra le vostre file i migliori suoi figli, plaude alla vostra virtù e dalle gesta vostre trae augurio e fiducia nei suoi futuri destini.

*