Pagina:Notizie sulla Guerra della Indipendenza d'Italia (Monitore Toscano).djvu/136

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

136

un mese d’avanguardia, furono per voi cose di poco momento; voi sapeste tutto sostenere, tutto superare.

Frattanto il nome della 4ª divisione corre sul labbro di ognuno.

Il Re ci onora di un lusinghiero ordine del giorno.

L’armata ci encomia, la patria ci applaude, e dovunque volgete, vi attende un saluto, una stretta di mano, un evviva!

Soldati, da quanto faceste io traggo speranze di grandi cose; fidenti nel vostro valore e nel senno di chi conduce l’esercito avanzate sul territorio nemico, ed in breve dai poggi di Verona gridate alle genti italiane: l’Austriaco sparì.

Il Generale Comandante la 4.ª divisione
Francesco Cialdini


N. XXIII.
Monit. N. 160


Ordine del giorno. – Soldati! Il nemico credeva sorprenderci e respingerci di là dal Chiese; ma egli stesso ha ripassato il Mincio.

Voi avete degnamente sostenuto l’onore della Francia, e la battaglia di Solferino eguaglia, anzi sorpassa, le ricordanze di Lonato e di Castiglione. Per dodici ore voi avete respinto gli sforzi disperati di più che centocinquantamila uomini. Il vostro impeto non fu trattenuto nè dalla numerosa artiglieria