Pagina:Notizie sulla Guerra della Indipendenza d'Italia (Monitore Toscano).djvu/148

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

148

si affrettasse, appena combattuta la battaglia di Magenta, di abbandonare Ancona, Bologna e successivamente tutte le posizioni sulla riva destra del Po, facendo saltare in aria opere, che erano costate molto tempo e molto danaro.

Tali sono, Sire, i risultati che furono la conseguenza dell’invio fatto da V. M. del 5° corpo in Toscana e nei ducati.

Mi rimane di far conoscere in poche parole a V. M. le operazioni, per mala ventura sino a questo giorno pacifiche affatto, della parte di questo corpo raccolta in Toscana.

A dì 12 maggio ultimo la quasi totalità della 1ª divisione del 5° corpo (divisione di Autemarre) sbarcava a Genova. – Io medesimo mi trovava in quella città con una parte del mio Stato-maggiore.

A dì 14, il 3° degli zuavi, della divisione d’Autemarre è mandato a Bobbio.

A dì 17, il 5° corpo, eccetto la divisione d’Autemarre, riceve da V. M. l’ordine di recarsi a Livorno, ove debbono essere trasportate direttamente di Francia le truppe della 2ª divisione (Uhrich) arrivanti da Parigi. La brigata di cavalleria leggiera del generale de Lapérouse riceve egualmente l’ordine d’imbarcarsi per Livorno, mentre la divisione di Autemarre è distaccata provvisoriamente dal 5° al 1° corpo a Voghera.