Pagina:Nova polemica.djvu/134

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
106 nova polemica.



Apostata, marrano e rinnegato
ecco bestemmierò l’arte che amai,
de ’l mansueto ovil saggio castrato
belerò madrigali a’ macellai,

    farò poemi casti a buon mercato,
rogiti in versi sciolti pe’ notai,
e mi confesserò da ’l mio curato
tre volte al giorno se peccassi mai:

    maledirò la carne di maiale,
farò un bambino con la fantasia
d’un platonico amor frutto ideale:

    e ne ’l nome di Cristo e di Maria
amerò, servirò l’arte morale
se mi saprete dir che cosa sia.


Nova polemica-pag125b.png