Pagina:Occhi e nasi.djvu/160

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 159 —


— Una sorpresa dunque?

— Precisamente.

— Hai forse qualche sospetto!

— Ti dirò; jeri mattina ho ricevuto una lettera anonima. —

In questo momento, la Marietta fece capolino alla porta di sala e si pose in orecchi con vivissima curiosità.

— E questa lettera diceva? — domandò Laura.

— Diceva così: — «Se vi preme vostro marito, venite subito qua, perchè la patria è in pericolo....». Eccola qui la lettera: riconosci per caso questo carattere!

— Uhm!... no....

— È carattere di donna.

— Ma dev’essere una donna molto ignorante, perchè fra l’altre cose ha scritto pericholo coll’h.

— Coll’h? dov’è quest’h? — disse imprudentemente quella giuccherella della Marietta, facerdosi avanti tutta stizzita.

— Come c’entri tu nei nostri discorsi? — gridò Laura alla cameriera. — Va’ subito di là, e pensa alle tue faccende.


*


— E Demetrio è fuori! — dimandò l’Emilia.

— È al teatro. Stasera va in scena l’Opera nuova. Ci vuoi andare?

— Volentieri. Vieni anche tu?