Pagina:Occhi e nasi.djvu/79

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 78 —


O anche:

— Il giornale va piuttosto bene, ma abbiamo una amministrazione che costa un occhio. —

Fra gli «amici del giornale» spiccano alcuni tipi curiosi, che valgono la spesa d’un po’ di ritratto.

Eccovi, in capofila, «l’amico di tutti» — s’intende bene, di tutti i giornali, sieno ministeriali, radicali, rossi, neri, compresi quelli di tutti i colori, come le ciarpe da collo dei contadini nei giorni di gala.

L’amico di tutti, mette il naso in tutte le Redazioni della stampa periodica. Non soffre di scrupoli nè di antipatie di partito, e se questa tolleranza veramente evangelica facesse caso a qualcuno, l’amico risponde subito che, in politica, egli non cerca altro che l’uomo onesto. E per lui tutti gli uomini politici sono onesti, fino a tanto che non sia dimostrato che abbiano alleggerito il prossimo dell’orologio o del portafogli.

Non ha opinioni nè convinzioni; o se le ha, non se n’è mai accorto. È repubblicano per principio, monarchico per opportunità, governativo per amor dell’ordine, dell’opposizione per antipatia alle tasse.


*


Vi presento un altro tipo: «l’amico a carico».

Càpita nella Redazione, quando per l’appunto tutti i redattori hanno moltissimo da fare.

Entra dentro alla stanza improvvisamente e screanzatamente, come una ventata; dà un’oc-