Pagina:Oddi - Fabrica et uso del compasso polimetro, Milano 1633.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
20 FABRICA DEL

be per aventura riuscire alcuna volta negotio lungo, et fastidioso; et per questo, et per alleggiamento di molta fatica, hò stimato utile la seguente tavola, nella quale esposta una linea di che grandezza si voglia, la quale finto che sia il diametro d’una palla di cento venti libre, divisa col mezzo delle seconde in 220. particelle uguali, questa servirà comodamente come per scala da trovare le lunghezze de i diametri di tutte l'altre à baffo fino ad una libra, havendo notato nella prima colonna il numero delle libre del peso, et nella feconda per scontro quante di esse particelle vadino per fare la lunghezza del diametro della palla di quel peso; et se bene in queste non vi può essere quella isquisitezza geometrica,che si hà con le linee, per non essere se non pochi i numeri cubi, si è nondimeno procurato supplire col numero grande delle particelle, acciò vengono più minute le loro parti, e sia tanto meno conoscibile lo svario:

et accioche s’accostino più al vero, si sono notate tutte, con uno, overo con due punti, per significare quali eccedono; et quali mancano, per farci avertiti nel pigliare dette misure, che in quelle dove è un sol punto, habbiamo da tenere la misura scarsa, et dove due, alquanto vantaggiosetta, mà nell’uno, et nell’altro di pochissima cosa.


TAVO-