Pagina:Omero - L'Odissea (Romagnoli) I.djvu/265

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
202 ODISSEA

ed al veloce naviglio, versando gran copia di pianto,
Circe, venuta allora vicino alla cenila nave,
quivi ai banchi legò due pecore, femmina e maschio;
e niun quando passò la vide. Qual uomo potrebbe
scorgere un Nume che vada qua e là, quand’esso non voglia?



Omero - L'Odissea (Romagnoli) I-0265.png