Pagina:Opere (Chiabrera).djvu/19

Da Wikisource.
5 vita del chiabrera



AMICO


io vivendo cercava il conforto per lo monte parnaso, tu, meglio consigliato, fa di cercarlo nel monte calvario

In questa breve ed umile iscrizione si vede di qual tempra e di qual moderata e cristiana pietà fosse ripieno l'animo di lui, quando potea essere ben persuaso che alla dottrina e virtù sua non sarebbero mancati uomini di gran merito che con singolari elogi avrebbero fatta pubblica al attestazione del valor suo; ed in prova non furon pochi ma io mi contenterò di riportarne qui un solo, di cui non può esserne altro più glorioso per il Chiabrera, per essere stato dettato dal medesimo sommo pontefice Urbano VIII che è di questo tenore:

siste hospes

gabrielem chiabreram vides

thebanos modos fidibvs betevscis

adaptare primvs docvit

cycnum diecaevm

avdacibvs sed non decidvis pennis seqvvtvs

ligvstico mari

nomen aeternvm dedit

metas qvas vetvstas ingenis

circvumscripsebat

magni concivis aemvulvs avuvs transilire

novos orbes poeticos invenit

principibvs charvs

gloria quae sera post cineres venit

vivens fevi potvit

nihil enim aeqve amorem conciliat

qvam svmmae modestia

vrbanvs viii pont. max.

inscripsit