Pagina:Opere di Procopio di Cesarea, Tomo I.djvu/341

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

303

CONSOLI

PREFETTI DEL PRETORIO

Olibrio

Teodoro, la seconda volta. (Vedi a lui diretto un Rescritto sulla inviolabilità de’Sepolcri di Giustino l'anno VIII del suo regno).

Maborzio . . . . . . . . . .
Giustiniano

Mena patrizio, durò sino all'agosto del consolato seguente.

Decio Atarbio.
Demostene, per la seconda volta.
Lampadio
Oreste
Demostene
Giuliano
Giovanni Cappadoce
Tutti e tre nel medesimo anno.
Lampadio
Oreste

Giovanni cappadoce. Procopio incomincia da quest’anno a contare la prefettura decennale di Giovanni, finita sotto il consolato di Basilio (Vedi lib. i della Guerra persiana).

Lampadio
Oreste

Sedizione de’ Vittoriati, nella quale Giovanni cappadoce fu rimosso nel mese di gennaio, Indizione X.

Giustiniano Augusto Foca
Basso
sostituiti a Giovanni cappadoce per pochi mesi. (Vedi Procopio nella Storia segreta, e nel lib. i della Guerra persiana).
Giustiniano Augusto
Paolino

Giovanni cappadoce, per la seconda volta. In quest’anno si fece la spedizione d’Africa, da cui Giovanni, essendo prefetto, cercò di rimovere Giustiniano. (V. Procopio, lib. i della Guerra vandalica).