Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo I.djvu/136

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

99

stessa lingua, d’età in età sino a’ dì nostri, e specialmente ne’ poeti maggiori, perchè più degli altri si valsero di significati metaforici nei vocaboli. Finalmente il suono meccanico, o ha qualche analogia con l’oggetto che rappresenta, ed ha in questa parte valore assoluto; o produce armonia, il che accade le più volte per la combinazione di suoni degli altri vocaboli che lo accompagnano, ed in questo caso ha in ciò valore relativo. Ogni concorso di parole parla per conseguenza al raziocinio per mezzo del significato primitivo, alla fantasia per mezzo delle idee concomitanti, e all’orecchio per mezzo dei suoni. Ora questo valore risulta dal concorso de’ grandi scrittori, e dai vocaboli che sono depositari di questo concorso.

II. Quindi dalla combinazione delle voci, e dal loro concorso ogni lingua ricava tempra, movimento, ed armonia tutta propria, come ogni nazione ha la sua fisonomia. Quest’indole interna, e queste esterne sembianze che risiedono nel clima, e nella costituzione organica della nazione che parla la lingua, e che si trasfondono abbellite e depurate nei sommi scrittori, sono poi ridotte a stabile ed ordinata ragione grammaticale, che non si de-