Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo I.djvu/143

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
106

sidua meditazione, l’esperimento spregiudicato, il paragone de’ tempi passati con i presenti, hanno graduatamente verificate quelle osservazioni, avvalorati i suoi effetti, perchè mi apparvero sempre certi, sempre continui, e gli hanno finalmente ridotti in questi principii, che mi sembrano universali.

Ed appunto la loro universalità li rende di difficile comprensione ove non sieno soggetti all’esame, e perchè vengono esposti dalla cattedra a foggia d’aforismi. Ma io l’ho fatto primamente, perchè v’accorgiate che in una disciplina qualunque, bisogna pure risalire a principii, e giunti che siansi, bisogna partire dalla verità che contengono; ma questa non mai si trova se non con pertinace lavoro di mente, lavoro al quale dovrete accingervi se siete disposti a ritrarre alcun utile da ciò che potrò dirvi. In secondo luogo non dipartendomi mai da essi, parvemi necessario di mostrarveli sommariamente nella prima lezione, acciocchè le conseguenze ch’io andrò traendo non siano male intese da chi mi ascolta; poichè ogni principio avendo moltissime conseguenze, e ogni conseguenza molte e varie diramazioni di ragionamenti, e di applicazioni, se la sostanza almeno de’ principii non